Angelo Gaja, il barbaresco del re. E quella volta con Fenoglio
Angelo Gaja, il barbaresco del re. E quella volta con Fenoglio

[Pubblicato sul Corriere della sera, pagine di Torino, il 9 febbraio 2018] «Mio padre si firmava “geometra Giovanni Gaja”, anche in etichetta». Tanto che il maestro Veronelli gli consigliò, senza

Tennis&business, il doppio di Ocleppo
Tennis&business, il doppio di Ocleppo

Non ha più il casco di capelli stretti dalla fascetta ma lo sguardo pestifero è lo stesso dei tempi in cui, durante i ritiri di Coppa Davis, si inventava scherzi

Come si… nasce fuoriclasse
Come si… nasce fuoriclasse

[inchiesta per Tennisbest Magazine, giugno 2010] Questa storia parte da lontano. Da quelle che vengono chiamate le profezie che si autoavverano. A tutti noi, lo sappiate o meno, è capitato

La fine senza un perché (o quasi) del professor Klinger
La fine senza un perché (o quasi) del professor Klinger

In questo fazzoletto di marciapiede, il 18 febbraio di 25 anni fa, venne ucciso il medico dell’Inter, il professor Klinger. Roberto Klinger era un medico eclettico: luminare di diabetologia della

La Davis e il riscatto di “Zuga”
La Davis e il riscatto di “Zuga”

Quarant’anni fa, a Santiago del Cile, l’Italia vinse la sua prima e unica Coppa Davis. Il “quarto uomo”, Tonino Zugarelli, fu decisivo: batté gli inglesi sull’erba del Campo 1 di Wimbledon,

La notte più lunga del sindaco sul Tanaro
La notte più lunga del sindaco sul Tanaro

[pubblicato sull’Unità del 26 novembre 2016] Il sindaco Marello ha preso alla lettera il senso di «primo cittadino» e s’è passato la notte in riva al fiume, con l’alogena della

Raccontare palline viste da lontano
Raccontare palline viste da lontano

[Fuoribordo di pagina99] A quindici anni mi ero fatto prestare una televisione a batterie. Era una pietra, pesava chili, funzionava con otto pile torcia, in tutta la provincia credo fosse

1976-2016: quarant’anni di Panatta a Parigi
1976-2016: quarant’anni di Panatta a Parigi

[pubblicato sull’Unità del 9 giugno 2016] Più che un anniversario, sembra l’Armageddon: cielo nero, dodici gradi all’ora di pranzo, la piena secolare della Senna, ombrelli girati all’insù che volano per

Metanolo Story
Metanolo Story

[Reportage pubblicato su pagina99] NARZOLE (CUNEO). È ancora tutto lì, all’imbocco del paese, sullo stradone dritto che porta in piazza. La villa, i silos: due confetti giganti e un po’ scoloriti,

Michael Joyce e quell’estate con Foster Wallace
Michael Joyce e quell’estate con Foster Wallace

Michael Joyce aveva 22 anni e non era nessuno, fatto salvo quello zero virgola percento di pubblico veramente incallito che conosceva anche Udo Riglewski, quando la rivista Esquire diede mandato